Hcap vittoria in rimonta: altri due punti fondamentali

[ethereumads]

Hcap riprende il cammino con una vittoria in overtime. Chlapik ancora protagonista, di Pestoni il sigillo finale.

Losanna – Gli ultimi due incidenti di percorso come tali sono rimasti. C’eravamo chiesti se l’Hcap sarebbe stato in grado di riprendere il suo cammino oppure se si fosse fatto condizionare in modo negativo. Beh la risposta l’abbiamo avuta in modo esplicito ieri sera alla Vaudoise Arena nella sfida con il Losanna. I leventinesi, andati sotto di una rete grazie a Jäger sono stati in grado poi di riprendere in mano le redini del gioco, di lavorare ai fianchi il Losanna per ottenere prima il pareggio con Chlapik e poi andare a chiudere in overtime questa volta con Pestoni.

Hcap
Per Juvonen ancora una prestazione convincente

Una vittoria con una sola rete di scarto dopo un incontro molto intenso dove le occasioni su entrambi i versanti non sono mancate. I biancoblu avrebbero anche potuto dilagare in determinati frangenti, certo è che stanno dimostrando grande acume tattico, grande maturità ma soprattutto non si scompongono nei momenti stessi in cui incassano una rete. Non si lasciano prendere dalla frenesia, non concedono spazi ma anzi continuano a macinare gioco consapevoli del fatto che prima o poi la rete arrivi, grazie anche non solo alle grandi individualità di stranieri e svizzeri, ma anche a un sistema di gioco efficace e collaudato.

hcap
Filip Chlapik ancora a segno per l’1-1

Heim, Chalpik, Pestoni e Bürgler sono i biancoblù che maggiormente si sono distinti nella serata di Losanna senza dimenticare uno Juvonen che si è confermato ancora un ottimo baluardo. Chiamato in causa in diverse occasioni è stato abile a respingere le incursioni specialmente di Emmerton e Fuchs. I biancoblu hanno ripreso il cammino con una vittoria rimanendo nei quartieri alti della classifica, acquisendo sempre di più confidenza con la vittoria, che mai come quest’anno sta diventando una vera e propria piacevole abitudine.

C’e’ stato anche il ritorno sul ghiaccio dopo otto partite di assenza per infortunio di Tim Heed, coinciso con una vittoria dopo gli ultimi due passaggi a vuoto. Da un punto di vista offensivo ma anche difensivo i ragazzi di Cereda hanno acquisito sia maggior peso che maggiore solidità su tutto il fronte con il difensore svedese. Assenza che comunque è stata gestita molto bene da parte di tutto il collettivo.

Ora la prossima sfida sarà venerdì sera alla Gottardo Arena contro il Gottéron, e possiamo stare sicuri che i biancoblu non mancheranno di passare all’incasso perché questo collettivo dà l’idea di avere una grandissima consapevolezza dei propri mezzi ma soprattutto molto abile nello sfruttare le debolezze altrui in modo cinico e anche spietato. Questa sera con il Losanna ne abbiamo avuto una prova più che evidente.

Hcap
Pestoni mette la firma in OT per l’1-2 definitivo

Filip Chalpik è andato ancora a segno dopo la bella prestazione con lo Zurigo. L’ attaccante ceco dopo un primo inizio in sordina e oscurato dalla presenza di Spacek si sta confermando per quello che, è ossia un centro con un gran senso della rete. Non soltanto reti ma anche assist che fanno da contorno a prestazioni sempre molto convincenti. A dimostrazione del fatto che Duca e Cereda ci hanno visto molto bene. In un primo momento schierato in linea con il suo connazionale è stato poi dopo spostato migliorando sempre di più l’intesa con i suoi compagni di reparto.

Hc Losanna – Hc Ambrì Piotta: 1-2 dts (1-0; 0-1; 0-0; 0-1)

Reti: 6′ Jäger (Sidler/5c4) 1-0; 36′ Chlapik (Zwerger, Burren) 1-1; 62′ Pestoni (Spacek) 1-2.

Hcap: Juvonen; Fischer, Virtanen; Burren, Heed; Zaccheo Dotti, Wühtrich; Isacco Dotti, Zündel; Hofer, Spacek, Pestoni; Kneubuehler, Heim, Bürgler; Marchand, Chlapik, Zwerger; McMillan, Kostner, Trisconi.

Penalità: Losanna 3 x 2′; Hcap 1 x 2′.

Note: Vaudoise Arena 6’204 spettatori.

Arbitri: Stricker, Urban; Wolf, Urfer.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento