Hcap di male in peggio: dalla Valascia al Lido zero punti e non solo..

hcap

Hcap con cuore e grinta contro lo Zugo ma non basta. La trasferta al lido di Rapperswil sancisce un weekend da zero punti e non solo: quanto manca Novotny.

Ambrì  – Il debutto alla Valascia per i leventinesi non è stato dei migliori, nonostante la prestazione gagliarda e di carattere. Purtroppo lo Zugo se ne torna oltre Gottardo con il bottino pieno, a suggellare la vittoria l’ex bianconero Gregory Hofmann. Ebbene, gli ospiti hanno dato l’impressione di giocare come il gatto con il topo, troppo il divario tecnico tra le due compagini. Subito sotto di due reti, con anche la complicità di Manzato, i baincoblu hanno da subito accorciato le distanze con D’Agostini. Tuttavia il terzo punto di Senteler non ha tagliato le gambe ai padroni di casa che prima con Trisconi e Kostner (gran bella esecuzione) hanno raggiunto il pari. Ma sul più bello, l’ex bianconero dalla distanza ha spento ogni illusione biancoblu. Un peccato per gli uomini di Cereda, ma serve più attenzione, meno cali di tensione e un pizzico di cattiveria in più.

Hcap – Ev Zugo: 3-4 (0-2; 2-1; 1-1)

Reti: 1’03” Morant (Lindberg, Martschini) 0-1; 10’18” Zryd (Klingberg) 0-2; 26’54” D’Agostini (Bianchi, Müller) 1-2; 32’39” Senteler 1-3; 39’23” Trisconi (Plastino) 2-3; 40’44” Kostner 3-3; 47’20” Hofmann (Martschini, Diaz) 3-4.

Annuncio Pubblicitario

AMBRÌ: Manzato; Fischer, Plastino; Fora, Dotti; Fohrler, Ngoy; Pinana; D’Agostini, Müller, Sabolic; Hofer, Flynn, Zwerger; Bianchi, Kostner, Trisconi; Kneubuehler, Dal Pian, Goi; Incir.

Penalità: Ambrì 4×2′; Zugo 2×2′.

Note: Valascia, 5’611 spettatori. Arbitri: Wiegand, Ströbel; Kovacs, Dreyfus.

Hcap
Buona la prova di carattere dei leventinesi contro lo Zugo ma non basta

Rapperswil – Prima trasferta del campionato per i biancoblu al Lido di Rapperswil. Dopo la prova di carattere contro lo Zugo sancita con una sconfitta, i leventinesi sono usciti ancora ridimensionati e anche  in malo modo con il Rapperswil. Dopo un inizio convincente di Sabolic che più dì una volta si è reso pericoloso dalle parti Nyffeler e la grossa occasione capitata sul bastone di Muller, l’Hcap si e’ spento e senza faticare i padroni padroni di casa sono passati in vantaggio con Clark sul finire di primo periodo.  Ma dopo l’occasione del pari  sprecata da Sabolic, Cervenka e Dunner hanno siglato il 3-0 definitivo già dopo solo 40′ di gioco.  Il terzo periodo è stato solo di contorno, nessun occasione di rilevanza, l’Ambri ha tentato una reazione sbattendo contro il muro rosso eretto a difesa della gabbia di Nyffeler. Weekend amaro per i biancoblu, ma sopratutto un’involuzione rispetto alla gara precedente con lo Zugo. Manaca un vero Sniper e poco peso sotto porta,  l’assenza di Novotny inizia a  pesare come un macigno. Occorre rimediare da subito già da martedì 17 alla Postfinace Arena contro il Berna.

Hcap
I leventinesi escono sconfitti non solo nel punteggio dal lido di Rapperswil

Scrj Rapperswil  –  Hcap 3-0: (1-0, 2-0, 0-0)

Reti: 18’26’’ Clark (Cervenka) 1-0; 24’22’’ Cervenka 2-0; 34’17’’ Dünner (Hüsler, Ness) 3-0.

AMBRÌ: Manzato; Fischer, Plastino; Dotti, Fora; Pinana, Ngoy; Payr; Sabolic, Müller, D’Agostini; Zwerger, Flynn, Hofer; Bianchi; Dal Pian; Trisconi; Kneubuehler, Goi, Incir; Mazzolini.

Penalità: SCRJ 3×2’ HCAP 4×2’.

Note: St.Galler Kantonalbank Arena 4315 spettatori. Arbitri: Wiegand, Wikman, Fuchs, Schlegel.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento