Hc Lugano, ottima prova di collettivo, il Losanna fa lo “scherzetto”

hc lugano

Hc Lugano offre un grande prestazione di collettivo in terra vodese, Hofmann accorcia le distanze nell’unico periodo ricco di reti. Il Losanna parte forte con Mitchell e Genazzi, ma poi per oltre due periodi deve subire i bianconeri.

Losanna – Trasferta insidiosa per il Lugano quella di venerdì sera alla Patinoire De Malley contro il Losanna di Peltonen. Anche se non sarà facile,  occorre vincere per continuare la risalita in classifica al fine di occupare una posizione di stabilità e tranquillità. I bianconeri sono reduci da tre vittorie consecutive, l’ultima contro il BernaIreland deve ancora fare a meno di Cunti e Lajunen, ma ritrova Bertaggia posizionato in quarta linea con Fazzini.

hc lugano
Alessio Bertaggia al rientro dopo il lungo infortunio, in quarta linea con Fazzini e Romanenghi

Il Losanna parte subito aggressivo,  Robin Leone per ben due volte impegna Merzlikins, ma su i rebound i padroni di casa non ne approfittano. Ne approfitta invece Torrey Mitchell  al 12′ per l’1-0, rete che smuove dal torpore l’Hc Lugano che si rende pericoloso con Jorg e Walker fino al 19′ quando su una ripartenza Genazzi raddoppia per i losannesi. Ci pensa poi il solito Hofmann ad accorciare la distanze proprio sulla scadere del primo periodo dove i padroni di casa chiudono meritatamente in vantaggio.

hc lugano
Joel Genazzi raddoppia su una ripartenza nel momento di maggior pressione biamconera

È un Hc Lugano più concreto quello che si presenta in entrata di secondo periodo, pericoloso con una azione ben manovrata dal duo Hofmann-Haapala. Klasen e Chiesa sfiorano più volte quel pari che sarebbe ampiamente meritato, gran pressing per gli uomini di Ireland che occupano lo slot losannese con grande intensità, ma non basta e i vodesi ne escono indenni.

Annuncio Pubblicitario

Ripartenze su entrambi i versanti, è quanto propone l’inizio del terzo periodo. Klasen ancora ad impegnare Boltshauser, poi Jorg, ottima anche al prova di Loeffel, vero playmaker difensivo. Un monologo bianconero, ma è una di quelle serate dove il disco non vuole entrare, tanti tiri, ma sfortuna e un pizzico di imprecisione privano il Lugano dell’agognato secondo punto. Davvero un peccato,  perché questa sera i bianconeri hanno davvero hanno fatto una grande prestazione di collettivo, ma domani sera alla Corner Arena contro gli Zsc Lions potranno rifarsi del passo falso in terra vodese.

gregory hofmann
Hofmann, ancora il casco giallo mette a segno la prima rete bianconera

Hc Losanna – Hc Lugano: 2-1 (2-1, 0-0, 0-0)

Reti: 12’55” Mitchell (Kenins) 1-0; 19’00” Genazzi (Jeffrey) 2-0; 19’39” Hofmann (Chiesa) 2-1.
LUGANO: Merzlikins; Wellinger, Ulmer; Vauclair, Loeffel; Chorney, Chiesa; Jecker, Riva; Jörg, Lapierre, Walker; Klasen, Morini, Bürgler; Hofmann, Sannitz, Haapala; Bertaggia, Romanenghi, Fazzini.
Penalità: Losanna 2×2′; Lugano 2×2′.
Note: Malley, 6’446 spettatori. Arbitri: Oggier, Kaukokari, Altmann, Gnemmi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento