Hc Lugano in grande stile tra passato e futuro da protagonista

hc lugano

Hc Lugano si presenta, idee chiare e precise per esser un riferimento. Nuovi sponsor, maglia e obiettivi verso il traguardo degli 80 anni.

Giubiasco – Presentazione in grande stile quella dell’Hockey Club Lugano avvenuta la sera del 22 settembre presso la sede del nuovo official Car partner Winteler/Mercedes AMG. Tutti presenti con eccezione del presidente Vicky Mantegazza per impegni all’estero, a presentare giocatori, sponsor e nuove iniziative nella stagione in cui la società spegnerà le 80 candeline. L’Hc Lugano ormai sia in ambito sportivo, d’immagine e di management è sempre più proiettato verso il futuro per diventare sotto tutti i punti di vista un polo attrattivo e di riferimento nel mondo hockeystico non solo nazionale ma anche internazionale.

hc lugano
Marco Weder, idee chiare e precise

Oltre al vicepresidente Andy Naser, che ha aperto il cerimoniale,  è  stato il CEO Marco Werder ad entrare nel succo del discorso, sia per quanto riguarda la posizione della società in merito al contesto sanitario, ai rapporti con con stampa e organi di comunicazione, oltre alla gestione sportiva focalizzata  alla stipula dei contratti con scadenza a novembre degli stranieri Heed e Carr. “Certe opportunità vanno colte al volo”, lo scopo è che sia giocatore che società ne traggano entrambi vantaggio, poi sarà l’evolversi naturale della situazione a prendere decisioni in merito agli eventuali rinnovi”.

Ha avuto parola anche il COO JJ Aeschlimann circa l’approccio che i tifosi dovranno avere nel corso della stagione, seguendo tutte le direttive imposte in tema sanitario, che la società per forza di cose ha dovuto fare sue al fine di garantire la sicurezza di tutti.  Sforzi non indifferenti, riduzione dei posti sugli spalti al fine di garantire il distanziamento,  disposizioni comportamentali da tenersi nell’intero arco dell’evento.

Annuncio Pubblicitario

La società c’è e questo lo ha rimarcato anche il DS Hnat Domenichelli, la prova ne è stata il piano tecnico di rafforzamento. I nuovi acquisti, presentati uno ad uno, sono di gran livello, in linea con le direttive del tecnico Serge Pelletier, idonee al contesto sia societario quanto di gioco. Il tutto al fine di garantire una stagione da protagonisti e regalare non solo agli spettatori ma a tutti i tifosi uno spettacolo degno degli interpreti.

Il tutto nella ricorrenza degli 80 anni del club. A richiamare la storia della società è stata la presentazione della nuova maglia, con colori rigorosamente bianchi e neri, senza più il giallo che faceva da contorno, per fare fede alla prime divise. La speranza è quella di poter festeggiare con tutti i tifosi questa straordinaria ricorrenza già dal mese di febbraio,  qualora non sarà possibile il tutto verrà rinviato alla stagione successiva.

hc lugano
Nuovi giocatori e nuova maglia

In un contesto economico per nulla facile,  nuovi sponsor importanti si sono aggiunti, oltre al già citato Winteler AMG, anche il gruppo editoriale Corriere del Ticino. Segno della serietà e professionalità della società Hockey Club Lugano, in cui le aziende affiancano la propria immagine dando valore e credito al proprio lavoro non solo sul territorio cantonale, bensì nazionale ed estero.  Ai margini di questa giornata, qualche polemica sui social non è mancata in merito all’assenza del presidente, ma l’impegno e il lavoro fatto  da tutta la società è stato tale da render le “chiacchiere a pari zero”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento