Hc Chiasso capitale internazionale dell’hockey giovanile

hc chiasso
[ethereumads]

Hc Chiasso palcoscenico della kermesse internazionale di hockey su ghiaccio giovanile che si svolgerà in tre fasi nei mesi di gennaio e marzo.

Chiasso – Ad ormai tre anni di distanza dall’ultima edizione ritorna uno degli avvenimenti sportivi più importanti a livello giovanile in quel di Chiasso. La città e soprattutto l’Hc Chiasso come organizzatore ospiterà la prima delle tre serie di tornei internazionali giovanili che vedrà impegnati già nelle date del 7-8 gennaio i ragazzi della categoria  U 11. E poi a seguire come da calendario quelli della categorie U9 e per chiudere a marzo quelli della categoria U13.

hc chiasso
Sabato 7 gennaio al via il primo dei tre tornei: inizia la categoria U11

Soprattutto sarà anche una kermesse che metterà in competizione ragazzi non solo della Svizzera interna e dello stesso Canton Ticino, ma anche provenienti da paesi limitrofi come l’Italia. E altri paesi europei quali la Slovacchia. Come detto si  partirà sabato 7 gennaio per concludersi il giorno successivo, una classica due giorni dove 12 squadre si sfideranno in questo prestigioso torneo internazionale. I partecipanti oltre all’Hc Chiasso saranno: Hc Lugano, GTD Bellinzona, Hc Ambrì Piotta,  Hc Rivers, Ehc Bülach, Ehc Burgdorf, Ehc Bern 96, Powergirls, Hc Real Torino, Hc Diavoli Sesto San Giovanni, Hc Slovakia Lions.

Hc Chiasso
Premiazione dell’ultima edizione del Tig, anno 2019

Sicuramente un motivo di orgoglio non soltanto per l’Hc Chiasso ma anche per la stessa città. A livello hockeystico è sempre stato considerato un torneo giovanile importante e di riferimento per tutto il sistema. A maggior ragione lo sarà anche in questa nuova edizione grazie a un ritrovato entusiasmo e a quella volontà di fare davvero qualcosa di importante per tutti coloro, soprattutto bambini, ragazzi in quanto saranno i loro i veri protagonisti della due giorni.

Ovviamente l’organizzatore non ha lasciato nulla di intentato. Muovendosi nei tempi dovuti e molto in anticipo al fine di assicurare una giusta locazione per tutti i ragazzi e rispettivi accompagnatori provenienti dalle località più lontane. E’ stato garantito un punto di ristoro dove tutti potranno accedere nei tempi e nelle modalità stabilite. Al fine di garantire un regolare svolgimento del torneo, rispettando tempistiche in modo tale che chiunque possa giovarne in maniera corretta e soddisfacente.

Una manifestazione che è diventata anche un punto attrattivo per il pubblico. Infatti anche nelle passate edizioni la presenza sugli spalti non si è mai fatta mancare. Sia genitori, addetti ai lavori ma anche gente disposta a godersi uno spettacolo diverso ma soprattutto più unico che raro. L’hockey su ghiaccio, un mix di capacità di pattinaggio, resistenza fisica e qualità tecniche, è uno sport che richiede impegno, tanto sacrificio, non sono da parte di coloro che lo praticano ma anche di genitori e famiglie al seguito dei propri ragazzi.

hc chiaoo
Bambini e ragazzi i veri protagonisti del torneo

Una disciplina sportiva che si inizia dalla piccola eta’ di 5-6 anni con lo scopo di affinare con il trascorrere del tempo, le proprie capacità.  Con il fine ultimo di migliorarsi sia a livello tecnico, che fisico per diventare, chissà un domani, giocatori completi e formati sotto sotto ogni punto di vista. Ma alla base di tutto ci deve essere passione e divertimento. La società Hc Chiasso, rispettivamente nelle figure del presidente Giorgio Galfetti, del suo vice Giorgio Balzaretti con tutto lo staff di collaboratori stanno dedicando da parecchi anni a questa parte il massimo impegno con l’obiettivo, anche attraverso queste manifestazioni, di riportare la società stessa ai livelli del passato.

Hc Chiasso
Date del Tig per le categorie U11 – U9 – U13

Cercando di ritornare anche un polo di attrazione per molti ragazzi non solo dell’area del basso Ceresio ma anche italiani delle province di Como e Varese. Sicuramente sarà una festa per tutti e forse varrebbe proprio la pena accedere al palazzo del ghiaccio per assistere a una sana competizione sportiva, dove lo spettacolo sarà più che mai assicurato.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento