Filippo Mondelli non ce la fa, il remo comasco e italiano piange

Grave lutto nel mondo del canottaggio nazionale e locale, con la scomparsa di un campione del calibro di Filippo Mondelli a soli 26 anni.

Pioggia e tanta tristezza si abbattano oggi sullo sport lariano, che perde una delle sue stelle più luminose. Non è infatti riuscito a vincere la sua regata più difficile e importante Filippo Mondelli, da mesi costretto a combattere contro un terribile male. Cernobbiese classe ’94, il campione di canottaggio avrebbe compiuto 27 anni il prossimo 18 giugno. Più di un anno fa l’inizio dell’incubo: era infatti il 13 gennaio 2020 quando gli fu diagnosticato un osteosarcoma alla gamba sinistra, che lo costrinse a fermarsi nel pieno del suo fantastico percorso sportivo. Compromettendogli di fatto la partecipazione ai prossimi Giochi Olimpici. Ma con la strenua volontà di esserci a Parigi 2024. Una promessa che purtroppo non riuscirà a mantenere.

La carriera e i principali successi di Filippo Mondelli

La sua storia d’amore con il canottaggio inizia da ragazzino presso la Canottieri Lario, prima di passare alla Canottieri Moltrasio del presidente Alessandro Donegana. Dopo sei medaglie d’argento e di bronzo ottenute tra il 2011 e il 2015 ai campionati italiani nelle varie categorie giovanili, nel 2015 conquista l’oro ai Mondiali U23 di Plodvid nel quattro con. Sempre in questa categoria nel 2016 si laurea campione d’Italia U23 al remoergometro prima e nel due con poi, nel medesimo anno arriva l’argento iridato nel quattro con.

Nel 2017 si laurea campione Europeo Assoluto nel doppio insieme a Luca Rambaldi e, sempre insieme a lui, arriva terzo ai mondiali di Sarasota nel medesimo anno. Nel 2018 il salto nel professionismo con le Fiamme Gialle, colori con i quali si aggiudica il titolo di campione del Mondo Assoluto nel quattro di coppia a Plodvid insieme a Giacomo Gentili, Andrea Panizza e Luca Rambaldi. Il quartetto si confermerà, sempre nel 2018, con l’oro agli Europei di Glasgow. Imbarcazione che poi strapperà nel 2019 l’argento agli europei di Lucerna e il bronzo ai mondiali di Linz-Ottensheim.

Il Collare d’oro al merito sportivo e l’elezione al Consiglio Nazionale del Coni

Soddisfazioni che però non arrivarono soltanto nelle varie gare di canottaggio. A fine settembre 2018, infatti, era stato insignito della massima onorificenza sportiva, ricevendo il Collare d’Oro dal presidente del Coni Giovanni Malagò. Pochi giorni fa invece, più precisamente il 13 aprile, era risultato il primo degli eletti nel Consiglio Nazionale dello stesso organismo, raccogliendo 54 voti tra i 109 votanti.

Il cordoglio del mondo del canottaggio

Non sono certamente mancati in queste ore i messaggi di cordoglio per la prematura scomparsa del campione comasco. “Difficile trovare le parole in questo momento, caro Pippo, mi cullerò ancora una volta con questo tuo abbraccio, pieno di affetto e trasporto…” sono le parole, corredate da una foto insieme a Mondelli, del presidente della Fic Giuseppe Abbagnale sulla propria pagina Facebook.

La bella immagine postata dal leggendario Giuseppe Abbagnale

Con silenzio e rispetto tutta l’Italia del canottaggio, insieme al Presidente del CONI, al Presidente della Federazione, al Consiglio federale, allo Staff Tecnico, a tutti i compagni di nazionale, formula le più sentite condoglianze per la scomparsa del caro Filippo. Rimarrai sempre nei nostri cuori. Ciao Filippo!!” è parte del testo riportato sul sito della Fic.

Mai giornata più buia per la nostra Canottieri: solo la luce inesauribile del tuo ricordo potrà farci remare contro questo dolore. Ciao Pippo! Ringraziamo Federazione Italiana Canottaggio per il messaggio di cordoglio e ci stringiamo attorno a Monica, Guido, Elisa e tutta la famiglia del nostro grande campione” quelle invece citate dalla Canottieri Moltrasio sui loro profili social.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento