Duisburg 2020, cinque medaglie europee per le società lariane

duisburg 2020

Un oro, tre argenti e un bronzo il bottino raccolto da atleti che militano nelle nostre società agli Europei U23 di canottaggio Duisburg 2020.

Si è rivelata un vero successo la missione azzurra ai campionati europei di canottaggio Under 23, che si sono svolti ieri e oggi a Duisburg. L’Italia dei capi allenatori Spartaco Barbo e Benedetto Vitale torna infatti dalla Germania con 14 medaglie al collo (5 ori, 6 argenti e 3 bronzi), issandosi in testa al medagliere davanti a Romania (5-3-2) e al paese ospitante (4-5-6). Ragguardevole anche il dato riguardante le finali raggiunte dai nostri portacolori, con 17 equipaggi sui 19 presenti alla manifestazione.

E come spesso accade, una mano considerevole per questi risultati è stata data anche da atleti provenienti dalle principali società di Como. Con la Canottieri Moltrasio che può rivendicare un oro e un argento, la Canottieri Lario tre argenti e la Tremezzina un bronzo, per un totale di cinque medaglie arrivate dalla spedizione comasca (un argento vedeva infatti due atleti Moltrasio e uno Lario sulla stessa barca). Insomma un bottino niente male, considerando che un anno fa quelle conquistate dai comaschi a Ioannina (Grecia) furono tre: il miglioramento è servito.

La gioia più grande a Duisburg 2020 l’ha ottenuta Arianna Passini (Canottieri Moltrasio), salita sul gradino più alto del podio nel quattro di coppia pesi leggeri femminili insieme a Sara Borghi (C. Gavirate), Ilaria Corazza (SC Ausonia) e Bianca Saffirio (SC Esperia). Il quartetto azzurro è stato in testa per tutta la gara, ad eccezione del passaggio ai 500 metri dietro di sessantanove centesimi rispetto alla Germania, imbarcazione regolata poi al traguardo di 2″39.

Annuncio Pubblicitario

Nel quattro con maschile erano ben tre i lariani presenti: Matteo Della Valle (Canottieri Moltrasio), Davide Comini (Canottieri Moltrasio) e Jacopo Frigerio (Canottieri Lario), si sono presentati al via insieme a Aniello Sabbatino (Rycc Savoia). Gli azzurri sono usciti alla distanza, dopo il provvisorio quarto posto ai 500 metri e il terzo ai 1000 e 1500 metri, andando a chiudere in seconda posizione dietro ai padroni di casa distanziati di 1″48.

duisburg 2020
Della Valle, Sabbatino, Frigerio e Comini autori di una bella rimonta

Argento anche per Patrick Rocek (Canottieri Lario), nel quattro di coppia pesi leggeri maschile insieme ad Alessandro Benzoni (C. Gavirate), Giulio Acernese (CC Roma) e Alberto Zamariola (SC Cerea). Gli italiani si sono dovuti inchinare soltanto ai francesi per 1″73, mentre hanno avuto la meglio sui tedeschi per soli 0″37.

Secondo gradino del podio anche per il quattro senza femminile, che vedeva la partecipazione di Giorgia Pelacchi (Lario-Fiamme Rosse) insieme a Benedetta Faravelli (Carabinieri), Khadija Alajdi El Idrissi (Cus Torino) e Veronica Bumbaca (Cus Torino). Le azzurre, gara facendo, hanno guadagnato una posizione a discapito della Bielorussia, ma la Romania si è dimostrata inavvicinabile chiudendo con un vantaggio di 2″87.

Medaglia dalla lega meno preziosa ma pur sempre prestigiosa per Greta Martinelli (Tremezzina), che ha gareggiato nel singolo pesi leggeri femminile. Davanti a lei è arrivata la greca Evangelia Anastasiadou con un vantaggio di 4″57, poi l’olandese Femke Van De Vliet. Infine da segnalare che anche Marta Barelli (Canottieri Moltrasio), ha raggiunto la finale nel quattro di coppia femminile, piazzandosi sesta in compagna di Maria Letizia Sibillo (RYCC Savoia), Linda De Filippis (C. Gavirate) e Giovanna Schettino (CC Aniene).

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento