Dario Burgler con un Hat Trick firma un weekend da favola

dario burgler

Dario Burgler con tre reti protagonista in Engadina, a segno anche Jorg, Morini e Haapala per la prima volta. Il Lugano fa sua la due giorni con il Davos. Per i grigionesi è un incubo senza fine, solo Nygren non si arrende.

Davos – Il secondo round della sfida fra Davos e Lugano va in scena questa sera alla Vaillant Arena in Engadina, i bianconeri forti della vittoria di ieri sera alla Corner Arena, devono dare continuità ai risultati infilando quella serie di vittorie per risalire la classifica oltre la fatidica linea. Per il Davos un ulteriore passo falso non pregiudicherebbe una situazione già drammatica di suo, la vittoria darebbe almeno un po’ di morale, che di questi tempi per gli uomini di Del Curto è ai minimi storici. Per entrambe le compagini,  nessuna novità rispetto a ieri sera, a parte Senn titolare in porta, solo Ireland conferma in tutto i suoi blocchi, confidando entrambe anche nella buona sorte che fino a questo momento non ha avuto particolari occhi di riguardo.

Dario Burgler
Per Arno Del Curto, e per il Davos e’ il periodo piu’ difficile degli ultimi vent’anni

Inizio a rilento, Nygren scalda un po’ l’ambiente colpendo subito un ferro con un tiro dei suoi, poi un’inferiorità numerica ben gestita dal box play bianconero per una penalità contro Ronchetti, sono le emozioni dei primi dieci minuti, ma al 13′ il Lugano passa con Mauro Jorg infilando un incolpevole Senn. Un minuto dopo da un big save di Merzlikins, sulla ripartenza arriva il raddoppio di  Dario Burgler. Un primo periodo dove il Lugano chiude con merito in vantaggio ma senza faticare molto.

Dario Burgler
Mauro Jorg apre le marcature per il Lugano contro la sua ex squadra

L’inizio del periodo centrale, è ancora più lento,  il Davos da l’idea di aver accusato il colpo, e al 25′ arriva lo 0-3 per mano di Morini con un bel tiro che si infila tra i gambali di Senn. Il tempo scorre senza registrare altre iniziative, Merzlikins per quanto poco impegnato si è fatto sempre trovare pronto, infondendo sempre quella sicurezza necessaria a l’intero reparto difensivo.

Annuncio Pubblicitario

Bastano solo 40″ per Haapala siglare la quarta rete dell’incontro, la sua prima marcatura, e per Dario Burgler al 44′ la seconda rete personale per lo 0-5, il Davos non c’è,  forse non è mai sceso sul ghiaccio, ieri sera a Lugano aveva lottato fino alla fine, ma questa sera dal secondo periodo non c’è stata più partita, la rete della bandiera al 58′ di Nygren sa di consolazione alla quale risponde ancora Dario Burgler al 59″ (tripletta). Del Curto per quanto abbia sempre dimostrato di trovare soluzioni impensabili, il patrimonio tecnico a disposizione è  forse il peggiore degli ultimi vent’anni. Per il Lugano una vittoria importante, la prima in trasferta di questo campionato,  che permette di preparare al meglio il prossimo incontro contro il Berna alla corner Arena martedì 30.

Dario Burgler
Dario Burgler, con una tripletta mette la sua firma sulla vittoria bianconera

Hc Davos – Hc Lugano: 1-6 (0-2, 0-1, 1-3)

Reti: 13’52’’ Jörg (Lapierre) 0-1; 14’51’’ Bürgler (Loeffel) 0-2; 25’01’’ Morini (Loeffel) 0-3; 40’40’’ Haapala (Hofmann, Sannitz) 0-4; 44’41’’ Bürgler (Chorney) 0-5; 58’22’’ Nygren (Corvi) 1-5; 59’58’’ Bürgler (Hofmann, Sannitz) 1-6.
LUGANO: Merzlikins; Wellinger, Ulmer; Vauclair, Leoffel; Chorney, Chiesa; Vauclair, Riva; Jörg, Lapierre, Walker; Hofmann, Sannitz, Haapala; Klasen, Morini, Dario Burgler; Reuille, Romanenghi, Fazzini.
Penalità: Davos 4×2’; Lugano 6×2’.
Note: Vaillant Arena: 4’372 spettatori. Arbitri: Salonen, Urban, Castelli, Wolf

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento