Daniel Kristo non fa i miracoli per fortuna del Lugano

Daniel Kristo porta a spasso il Lugano in gita al Lido, poi Loeffel e Hofmann salvano la baracca contro l’ultima della classe. Ed è già un miracolo.

Rapperswil – Fermata al Lido per la via Crucis bianconera in questa valle di lacrime che è diventata la regular season per gli uomini di Ireland, questa sera di scena in casa del Rapperswil, assente anche Lapierre, squalificato dopo la fesseria di ieri sera contro i Lions. Solo tre stranieri sul ghiaccio,  Chorney,  Klasen e Lajunen,  contro gli ultimi in classifica si rischiano comunque figuracce (nulla di nuovo nemmeno al Lido), per cui occorre incrociare le dita.

Daniel Kristo
Assente anche Lapierre per squalifica dopo la “bravata” di ieri sera

Lugano che si presenta sul ghiaccio con il freno a mano tirato,  anzi impaurito, i Lakers sembrano i New York Rangers e questo la dice lunga sullo stato dei bianconeri,  mai un pericolo per Nyffeler, addirittura Daniel Kristo sembra Gretzky. Match contraddistinto da troppe penalità che obbliga il box play del Lugano a fare gli straordinari, mai primi sul disco, mai una trama decente di gioco, e in power play Roman Schlagenhauf  infila Merzlikins all’8′ deviando nello slot un tiro dalla blu, da qui in poi il nulla, per un primo periodo inguardabile.

Daniel Kristo
Roman Schlagenhauf autore della classica rete dell’ex

Nulla cambia rispetto ai primi venti minuti di gioco,  i Lakers sono quello che sono, il Lugano peggio,  poi un lampo di Jorg al 26′ dopo una buona iniziativa di Chorney,  ristabilisce il pari. Rete che comunque non da la scossa agli ospiti,  sempre abulici, due minuti con lo special team non sfruttati,  poi ancora penalità che diventano fatali per il 2-1 al 36′ di Wellman su iniziativa di Daniel Kristo , solo Hoffman ha una grande occasione e tale rimane fino al fischio della seconda sirena.

Annuncio Pubblicitario

Loeffel ristabilisce la parita’ al 43′, approfittando di un reboud su Nyffeler, pericolo scampato? Con il Lugano nulla e’ scontato,  nemmeno la rete del primo vantaggio bianconero, Klasen viene bloccato con big save del portiere sangallese, poi Hofmann non si fa pregare al 55′ per il 2-3 che cambia decisamente la serata del popolo bianconero. Finisce qui, occorreva vincere ed è stato fatto, meglio non guardare la prestazione in se ma i tre punti si; appuntamento  venerdì 18 gennaio alla Corner Arena con il Friborgo Gotteron.

Daniel Kristo
Mauro Jorg riporta il Lugano in parità

Scrj Lakers – Hc Lugano: 2-3 (1-0, 1-1, 0-2)

Reti: 8’04” Schlagenhauf (Spiller) 1-0; 26’18” Jörg (Chorney) 1-1; 36’31” Wellman (Kristo) 2-1; 43’17” Loeffel (Bertaggia) 2-2; 55’39” Hofmann 2-3.
LUGANO: Merzlikins; Vauclair, Ulmer; Chorney, Loeffel; Riva, Chiesa; Jecker, Ronchetti; Hofmann, Sannitz, Walker; Klasen, Lajunen, Bürgler; Jörg, Morini, Fazzini; Bertaggia, Romanenghi, Vedova.
Penalità: Rapperswil 3×2’+10′; Lugano 5×2′.
Note: St.Galler Kantonalbank Arena, Rapperswil, 4’058 spettatori. Arbitri: Dipietro; Prazak, Gnemmi, Ambrosetti

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento