Cory Emmerton accende il verde, il Kloten si schianta alla Valascia

cory emmerton

Cory Emmerton apre le danze alla Valascia e tiene su di giri l’Hcap, un insuperabile Conz chiude la saracinesca raccogliendo il riconoscimento come migliore bianco blu della serata. Per gli aviatori biglietto di sola andata per gara2 in quel di Kloten.

Ambrì Piotta – Il primo round della finale di play-out si gioca in leventina, le due compagini si sono già incontrate sabato scorso alla Swiss Arena in quel di Kloten, dove gli uomini di Luca Cereda avevano dato dimostrazione di una prova di forza importante uscendo vincitori con un rotondo 2-5 che lasciava già presagire l’andamento della ormai certa finale. Subito  l’Ambrì in entrata di primo periodo, con Isacco Dotti al posto di Jelovac, giostra in superiorità numerica per la penalità comminata al capitano degli aviatori Denis Hollenstein, durante il powerplay i biancoblù fanno girare molto bene il disco senza però concretizzare davanti alla gabbia di un attento Luca Boltshauser;  dopo una penalità inflitta a Zgraggen per ritardo di gioco e ben superata dal box leventinese, al 6’53” i biancoblù passano meritatamente in vantaggio con Cory Emmerton che infila l’estremo difensore zurighese dopo un tiro di Matt D’Agostini nel secondo powerplay di serata (espulso Thierry Bader). Ma gli aviatori non accusano il colpo, iniziano a pattinare e fare pressione nello slot leventinese e a ergersi protagonista mantenendo la propria squadra in vantaggio ci pensa Benjamin Conz (ottima prestazione la sua)  che a 4 contro 5 (fuori ancora Zgraggen)  sfodera almeno due interventi decisivi a cavallo del decimo minuto. Il match si mantiene combattuto anche nella seconda parte del primo tempo, con occasioni da una parte e dall’altra, ma il risultato, nonostante una grossa occasione avuta dal difensore Michael Ngoy sul suono della sirena, non cambia con un’Ambrì solido e ben messo sul ghiaccio che va alla prima pausa meritatamente in vantaggio per una rete a zero, facendo capire che le sorti dell’incontro sono saldamente nelle mani dei leventinesi.

Cory Emmerton
Cory Emmerton da il via alla cavalacata leventinese

Il secondo periodo si apre con i biancoblù ancora in avanti a testa bassa, rischiando di subire il pari in azione di break dove Tim Bozon non  riesce  superare Conz in solitario uni contro uno; dopo l’ennesima penalità non sfruttata dal Kloten (penalizzato Gautschi), l’Ambrì torna a spingere con convinzione nel terzo degli Aviatori costringendo Rene Back al fallo ma i biancoblù non sfruttano la penalità sul conto del difensore, continuando pero’ nel pressing nel terzo degli zurighesi trovano il meritato 2-0 con Dominic Zwerger in mischia dopo un’azione insistita di Cory Emmerton che letteralmente porta a spasso l’intero pacchetto difensivo del Kloten. Il 2-0, cade praticamente a metà partita, ed è il giusto premio all’incredibile lavoro di pressione e fore-cheking effettuato dagli uomini di Luca Cereda, solo quattro minuti più tardi arriva anche il terzo punto firmato con un perfetto polsino dalla blu dal giovane Christian Pinana, per il difensore biancoblù si tratta del primo gol in carriera in National League, mentre per il Kloten di una terribile mazzata al morale. Sì perché da quel momento, nonostante un’altra penalità inflitta a Tommaso Goi e grazie ad un altro ottimo intervento di Benjamin Conz sullo sgusciante Tim Bozon, l’Ambrì gestisce il triplo vantaggio fino alla seconda sirena nonostante  il Kloten abbia spremuto all’inverosimile la sua prima linea formata da Denis Hollenstein, Tommi Santala e Vincent Praplan.

cory emmerton
Benjamin Conz, insuperabile questa sera, uno shoot-out per lui

Il terzo tempo si apre subito con uno scambio di cortesie fra il finlandese Tomi Sallinen e Dominic Zwerger che sono invitati ad accomodarsi sulla panchina dei penalizzati, nell’immediata situazione a 4 contro 4 gli Aviatori provano a realizzare il loro primo sigillo, ma un Conz intrattabile blocca la conclusione ravvicinata del difensore Mattias Backman. Rientrati i due litiganti l’Ambrì controlla con efficacia gli attacchi poco incisivi della compagine di Kevin Schläpfer, la partita scorre via verso un epilogo che il Kloten non ha più la forza di cambiare se non con un brutto intervento di Morris Trachsler su Michael Ngoy e altri scambi di “opinione” nel finale, ma il disperato tentativo di togliere il portiere negli ultimi due minuti da parte del Kloten è valso solo il 4-0 a porta vuota firmato da Noele Trisconi. Benjamin Conz , premiato come migliore giocatore della serata per la sua squadra, conferma la sua sua positiva annata, dimostrando un rendimento costante, che nelle stagioni passate in quel di Friborgo è stato il suo tallone d’achille, dando sicurezza al reparto difensivo. Il buon Luca Cereda può ritenersi soddisfatto della prestazione dei sui ragazzi, che confermano un ottimo stato di forma fisica e mentale, che fa ben sperare per le prossime sfide già partire da giovedì prossimo 29 marzo in quel di Kloten.

Annuncio Pubblicitario

cory emmerton
Luca Cereda, soddisfatto dell’approccio dei sui ragazzi questa sera

HC Ambri Piotta – EHC Kloten 4-0 (1-0,2-0,1-0)

Reti: 6’53” Emmerton (D’Agostini, Berthon) 1-0, 29’39” Zwerger (Emmerton, Dotti) 2-0, 33’57” Pinana (Berthon, Kubalik) 3-0, 58’42” Trisconi (Kostner) 4-0

Ambrì: Conz; Zgraggen, Plastino; Pinana, Ngoy; Dotti I., Gautschi; Collenberg; Zwerger, Emmerton, D’Agostini; Kubalik, Berthon, Lhotak; Lauper Goi, Incir; Bianchi,Kostner, Trisconi; Mazzolini.
Penalità: 9×2’ contro l’Ambrì; 9×2’ + 1×10’ (Trachsler) contro il Kloten.

Gli highlights della partita da MySports

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Marco Capelli
Marco Capelli
Dalla magica notte di Davos..La maxi rissa di Ambrì..Il dramma di Schafhauser..La finale con quelli di "Lassù"..Gli olimpionici finlandesi di Torino 2006..i play-out..fino ad oggi con il ritorno ai vertici. Trent'anni di passione nata per gioco, ora sono qui a raccontarla.

Lascia un commento