Challenger di Como, nulla da fare. Arrivederci al 2021.

challenger di como

L’incertezza legata all’emergenza sanitaria, costringe agli organizzatori del Challenger di Como di cancellare l’edizione prevista a fine agosto.

Negli ultimi anni è stato sicuramente uno degli eventi sportivi in grado di dare e ricevere lustro dallo splendido capoluogo lariano. Un appuntamento oramai immancabile per gli amanti del tennis, in grado di attirare sempre più giocatori di un certo livello e di riempire sempre più assiduamente gli spalti del circolo di Villa Olmo. Per vedere materializzarsi l’edizione n° 15 del Challenger di Como bisognerà però aspettare dodici mesi in più. Infatti, gli organizzatori si sono dovuti dolorosamente arrendere, inoltrando prontamente la loro decisione all’Atp.

Troppe le incognite a circa tre mesi dal suo inizio per una manifestazione che, a partire da quest’anno, richiedeva sacrifici organizzativi supplementari. Un aspetto, quest’ultimo, evidenziato anche da Giulio Pini, presidente del Comitato Organizzatore del Challenger Atp “Città di Como”. Unitamente a un’ulteriore riflessione. “Non ce la sentivamo di impegnarci in uno sforzo economico del genere in un momento storico di grande difficoltà per molte persone e famiglie”.

Una rinuncia a tutti gli effetti quella effettuata dal Tennis Como. Ma in assenza di essa non è detto che si sarebbe potuto giocare. Si perché Atp, Wta e Itf continuano a navigare a vista, avendo comunicato settimana scorsa la prosecuzione dello stop fino al 31 luglio. Le decisioni per i tornei in calendario nel mese di agosto e per quelli finora saltati verranno prese a metà giugno.

Annuncio Pubblicitario

Bisognerà quindi attendere lo stesso periodo del 2021 per vedere chi sarà il successore di Facundo Mena, l’argentino n° 223 al mondo che nel 2019 si impose in finale con il punteggio di 2-6 6-4 6-1 contro lo slovacco Andrej Martin. Nel doppio, invece, fu la coppia formata dal tedesco Andre Begemann e dal rumeno Florin Mergea a conquistare il torneo.

challenger di como
Facundo Mena, vincitore a Como nel 2019

Il Tennis Como proverà a consolarsi con la riapertura del proprio circolo, a eccezione delle parti chiuse, avvenuta lo scorso 12 maggio. Rigido in ogni caso il protocollo da seguire per chi calcherà la terra rossa di Villa Olmo. Le regole più particolari prevedono che sia consentito giocare solo in singolare, che venga indossato un guanto nella mano non dominante per toccare la pallina, che ci si igienizzi con il gel a ogni cambio di gioco se si gioca il rovescio a due mani e di utilizzare racchetta e piede per mandare la pallina al proprio avversario.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento