Canottaggio Indoor, comaschi da record: primati per tre

canottaggio indoor

Pietro Willy Ruta, Marco Gandola e Nadine Anna Elizabeth Agyemang-Heard i lariani capaci nei giorni scorsi di stabilire nuovi record nel canottaggio indoor.

L’emergenza sanitaria legata al Coronavirus si è abbattuta anche sul mondo dei remi in maniera inesorabile. Tuttavia, la Federazione Italiana Canottaggio non è stata a guardare, facendosi promotrice di una manifestazione alternativa. Infatti, nelle giornate del 29 e 30 maggio, è andata in scena la prima edizione dell’Italian “Home Race” 30′ Indoor Timelapse. Di cosa si tratta? Come facilmente intuibile dal nome, riguardava delle gare a tempo (30 minuti) non valide per la classifica nazionale e da effettuare obbligatoriamente in auto isolamento dalla propria residenza, domicilio o sede di allenamento.

Rivolta alle categorie Ragazzi, Junior, Under 23, Senior, Master e Paralimpici, necessitava di possedere tra le proprie mura di un remoergometro tipo Concept2 e di uno smartphone con funzione Timelapse o Hyperlapse. E’ stata inoltre titolata a Coop Italia e Pastificio Lucio Garofalo, entrambi già main sponsor sia della nazionale maschile che di quella femminile di canottaggio.

Diversi i comaschi che vi hanno preso parte, con alcuni che si sono messi particolarmente in luce. A partire da Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro), menaggino che può vantare nel suo palmares 4 medaglie d’argento ai Mondiali, uno d’argento e due di bronzo agli Europei oltre a due partecipazioni olimpiche. Ebbene, il quasi 33enne è riuscito a stabilire il record mondiale di canottaggio indoor nei Pesi Leggeri nella fascia d’età 30-39, grazie ai 9156 metri utili per sottrarre il primato al francese Thomas Baroukh.

Annuncio Pubblicitario

canottaggio indoor
Pietro Willy Ruta, ha partecipato anche a Londra 2012 e Rio De Janeiro 2016

Passando invece alla categoria Ragazzi maschile, ecco l’acuto di Marco Gandola, atleta dell’Us Bellagina. Nei trenta minuti a disposizione nella giornata di venerdì scorso, è riuscito a mettere insieme 8664 metri che gli sono valsi il record italiano, strappato di mano a Francesco Bardelli (Rcc Cerea).

A completare il terzetto da guinness proveniente dal Lario ci ha pensato un volto femminile, quello di Nadine Anna Elizabeth Agyemang-Heard. L’italo britannica tesserata per la Canottieri Moltrasio, è stata in grado di percorrere 7861 metri e di stabilire il nuovo primato italiano per la categoria Junior femminile.

Archiviato il canottaggio indoor, il movimento tornerà a concentrarsi e a preparasi per i prossimi eventi, nella speranza che non vengano pregiudicati dalla variabile Coronavirus. Tra la tarda estate e l’inizio dell’autunno saranno in programma gli Europei, in tre località differenti: Duisburg (il 5/6 settembre per gli Under 23), Belgrado (il 26/27 settembre per gli Juniores) e Poznan (dal 9 al 11 ottobre per Senior e Pesi Leggeri).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento