Blancpain, Mapelli conquista il titolo nel World Challenge Europe

Blancpain
il massimo della pizza banner

Week-end da ricordare per i colori italiani: oltre al successo Ferrari con Leclerc, il tricolore sventola anche nel Blancpain con Marco Mapelli laureato campione insieme ad Andrea Caldarelli.

I due piloti Lamborghini si sono presentati all’ultimo round stagionale in quel dell’Hungaroring ad una sola settimana di distanza da quello del Nurburgring, nel quale hanno conquistato la leadership di campionato ai danni dei diretti rivali, Maro Engel e Luca Stolz. Un confronto serratissimo quello tra i due equipaggi, che si è confermato ancora una volta nelle ultime due gare stagionali. La Lamborghini #563 e la Mercedes #4 sono state infatti protagoniste di intensi duelli diretti per la conquista dell’alloro europeo.

La prima corsa, tuttavia, ha visto una posizione favorevole per i piloti tedeschi, riusciti a partire più avanti in griglia e bravi ad artigliare un secondo posto fondamentale. Un sorpasso magistrale di Engel nel finale ha infatti permesso ai due alfieri Mercedes ad eguagliare i portacolori italiani in testa alla classifica. Questi ultimi non sono andati oltre il quinto posto in gara 1, complice una posizione di partenza non favorevole. Tutto rimandato quindi alla seconda gara domenicale, nella quale i due principali rivali si sono giocati il tutto per tutto per il titolo del Blancpain World Challenge Europe.

Blancpain
La Lamborghini #563 viaggia verso il titolo del Blancpain World Challenge Europe, vinto in Ungheria

Anche in questo caso Mapelli e Caldarelli non hanno potuto contare su una qualifica eccellente, anzi. I due sono stati costretti a partire dalla 13° casella, con l’operazione rimonta da mettere ben presto in atto. E’ quello che è prontamente riuscito a fare Caldarelli, bravo ad effettuare una serie di sorpassi capitali e portarsi nella top ten. Il resto dell’opera è stato completato da un pit stop perfetto degli uomini del team FFF, che hanno rimandato Mapelli in pista in quarta posizione. Parte del lavoro di squadra lo ha effettuato anche la seconda Lamborghini #63, quella di Bortolotti-Engelhart, che è riuscita a tenersi dietro l’arrembante Amg Gt3 nell’ultima mezz’ora di gara. Stolz si è infatti trovato terzo dopo la sosta, e con i punti del secondo posto fondamentali per conquistare il titolo. Il pilota italiano è stato però bravissimo a difendere la sua posizione con le unghie e con i denti, contribuendo ad un risultato eccelso.

Annuncio Pubblicitario

In questo modo, infatti, Mapelli e Caldarelli ed Engel-Stolz hanno chiuso la stagione del Blancpain World Challenge Europe a pari punti in classifica, ma con i migliori piazzamenti che hanno premiato i piloti tricolori. Per loro, e per il team FFF, è il primo alloro nella neonata serie continentale. Quasi dimenticato nell’intensa bagarre per la classifica generale, un altro pilota italiano ha fatto bene, anzi, benissimo nel weekend ungherese del Blancpain. Si tratta di Raffaele Marciello, capace – insieme a Vincent Abril – di piazzare due pole position e vincere le due gare conclusive con la sua Mercedes #88.

Blancpain
Un festeggiante Marco Mapelli accolto dai suoi meccanici dopo gara 2 all’Hungaroring

Per Mapelli e Caldarelli la stagione non è comunque finita, dato che l’ultimo round di Barcellona li vedrà impegnati sia nella bagarre per il titolo nel Blancpain Endurance, che per quello della classifica assoluta del Blancpain Gt Series 2019. L’appuntamento è per fine settembre, dove anche un altro italiano (Davide Rigon) parte con molte ambizioni per portare a casa un alloro in questa prestigiosa serie Gt.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Alessio Sambruna
Alessio Sambruna
Cresciuto a pane&motori, ho fatto ben presto dell’Autodromo di Monza la mia seconda casa. Fan delle due e quattro ruote, in particolare di rally. Abbino la mia passione per le competizioni motoristiche a quella della scrittura, facendo di esse i miei principali interessi.

Lascia un commento