Assoluti di Todi, Andrea Arnaboldi a due vittorie dal tricolore

assoluti di todi

Il canturino Andrea Arnaboldi batte Federico Gaio ai quarti di finale degli Assoluti di Todi e ora sogna il titolo. Il cugino Federico fuori agli ottavi.

Sono ufficialmente entrati nel vivo i Campionati Italiani Assoluti di tennis, riproposti dalla Federtennis quindici anni dopo l’ultima edizione. Organizzati dal Tennis Club Todi 1971, tra ieri e oggi sono andati in scena i quarti di finale, sia per gli uomini che per le donne. Tra i 110 atleti che hanno avuto modo di calcare i campi in terra rossa del circolo umbro, anche i due cugini canturini Arnaboldi.

assoluti di todi
Andrea (a sinistra) e Federico (a destra), spesso coppia di doppio

 

Il più giovane di essi, Federico, è partito dalle qualificazioni. Il n° 897 al mondo è riuscito a guadagnarsi il tabellone principale grazie alle vittorie contro Alessandro Procopio (6-1 6-1) e Erik Crepaldi (5-7 7-5 12-10). Brillante anche la prestazione contro Luca Nardi, estromesso con il punteggio di 7-6 6-4, prima di dover alzare onorevolmente bandiera bianca negli ottavi di finale contro la testa di serie n°1 Lorenzo Sonego, che ha avuto la meglio per 6-3 6-2. Il 20enne brianzolo ha avuto la possibilità di portarsi avanti 3-2 nel corso del primo set, sprecando però la palla break contro il n° 46 della classifica Atp.

Chi invece è ancora in corsa negli Assoluti di Todi è Andrea Arnaboldi, testa di serie n° 7. Vita piuttosto facile per lui negli incontri contro Daniele Capecchi e Jacopo Berrettini, eliminati rispettivamente con il punteggio di 6-2 6-2 e 6-4 6-3. Più sofferto invece il successo maturato poche ore fa contro la testa di serie n° 2 Federico Gaio. Il canturino si è imposto in 2 ore e 9 minuti 7-6 1-6 11-9. Il primo set riesce a portarlo a casa nonostante abbia sprecato tre palle set sul 5-3, il secondo cede nettamente mentre nel tie-break è autore di un’ottima rimonta, ritrovandosi sotto 4-8 e 6-9.

Annuncio Pubblicitario

Domani mattina (ore 12.30) Andrea Arnaboldi in semifinale affronterà Andrea Vavassori, anch’egli autore di una rimonta al tie-break dal 5-9 a suo sfavore contro Gian Marco Moroni, in un duello che si è protratto per 2 ore e 25 minuti. Un match alla portata del 32enne tennista, dato che il piemontese si ritrova ventuno posizioni più indietro nella graduatoria Atp. In caso di vittoria, Arnaboldi si ritroverà con tutta probabilità poi in finale il grande favorito Lorenzo Sonego, che se la dovrà vedere contro Lorenzo Giustino nella sfida che è programmata a seguire non prima delle ore 16.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Redazione
Redazione
Informati Vinci Sostieni Spazio Sport Web Brianzolo & Comasco
http://www.wincantu.it

Lascia un commento