Aci Racing Weekend: tante gare e spettacolo in Brianza

Aci Racing Weekend
[ethereumads]

Oltre al Rally di Como, nel weekend motoristico è andato in scena anche l’Aci Racing Weekend all’Autodromo Nazionale di Monza.

 
 
 
 
 

Si preannunciava un fine settimana ricco di gare emozionanti ed avvincenti in quel di Monza. Ed effettivamente così è stato, con il tempio della velocità che è stato ospite dell’ultimo Aci Racing Weekend della stagione. Protagonisti i principali campionati italiani con varie categorie in pista, dalla Formula 4 alla Campionato Turismo. Ma andiamo a vedere com’è andata.

Italian F4 Championship

La serie dedicata alle piccole vetture Tatuus motorizzate Abarth giungeva in Brianza, teatro dell’Aci Racing Weekend, con il titolo piloti ancora da assegnare. Principale favorito era Marcus Armstrong, al quale sono bastati solo qualche piazzamento nelle tre gare in programma per aggiudicarsi la corona di campione. Il neozelandese, alla sua prima apparizione, ha chiuso in testa alla classifica con 283 punti, quasi quaranta in più rispetto al principale rivale, ovvero l’olandese Van Uitert. Vero protagonista del weekend brianzolo è stato però il russo Artem Petrov che, nonostante la sua posizione in classifica generale non eccelsa, ha conquistato due fantastiche vittorie sul tracciato lombardo. Gioia anche per il nostro Lorenzo Colombo, autore di un finale di stagione a dir poco perfetto grazie alla vittoria nell’ultima corsa dell’anno. Stesso discorso valido anche per Leonardo Lorandi, fresco vincitore del trofeo dedicato ai Rookie, ovvero ai debuttanti nel campionato.

TCR Italy

Grande spettacolo anche tra le vetture turismo, con il campionato italiano TCR giunto anch’esso a Monza in procinto di disputare il suo round conclusivo. Tra le due gare in programma, è bastata la prima manche a Nicola Baldan per aggiudicarsi il titolo. Al pilota al volante della Seat Leon è stato sufficiente il secondo posto dietro all’Audi RS3 del giovanissimo Giovanni Altoè per laurearsi matematicamente campione. Il driver della Pit Lane Competizioni ha poi messo la ciliegina sulla torta trionfando nella seconda gara, proprio davanti ad Altoè che lo aveva preceduto nella corsa precedente. La bagarre è stata la vera protagonista del weekend brianzolo, ed uno dei tanti sprazzi lo abbiamo vissuto nelle fasi finali della seconda corsa, specialmente nella lotta per il terzo posto. Max Mugelli ha infatti conquistato l’ultimo gradino del podio in seguito ad una intense battaglia con Davide Nardill mentre diversi piloti di prim’ordine sono stati vittime di incidenti o penalità, Tra questi troviamo sicuramente Luigi Ferrara, autore di uno spettacolare incidente senza conseguenze allo start di gara2.

Aci Racing Weekend
Marcus Armstrong, vincitore del titolo italiano in Formula 4

Campionato Italiano TCS

Cosi’ come nel TCR, anche nel campionato italiano TCS è stata la prima gara quella decisiva per le sorti del titolo. In questo caso è stato Matteo Zucchi al quale, con la Seat Leon Cupra ST wagon, è stato sufficiente il quinto posto. Il bresciano ha poi avuto modo di gioire sul podio in seguito alla piazza d’onore conquistata nella seconda corsa, dove a vincere è stato il diciannovenne Nicolò Liana dopo una gara ricca di emozioni e tanti duelli. Tra gli assoluti protagonisti del weekend è d’obbligo citare Alessandra Brena che, nel plotone delle Seat Leon, si è ben distinta trionfando in gara1. Il tutto in un campionato monomarca che, a parità di vettura, livella le prestazioni di tutti i piloti. Altro fattore che impreziosisce il successo della pilota bergamasca cosi’ come le prestazioni di tutti i piloti partecipanti a questo campionato.

F2 Italian Trophy

E’ stato un weekend praticamente perfetto quello di Riccardo Ponzio. Il portacolori della scuderia Puresport ha vinto gara1 partendo dalla pole e restando al comando dal primo all’ultimo giro. Ma cosa più importante, aggiudicandosi il titolo di campione. Lo stesso epilogo, nonostante una gara completamente diversa, ha caratterizzato anche la seconda manche dove lo stesso Ponzio ha concesso la doppietta al termine di un fantastica rimonta. Nulla da fare per i vari Bernardo Pellegrini, Franco Cimarelli e Alessandro Bracalente, impotenti di fronte allo strapotere del pilota abruzzese.

Seat Leon Cup

Weekend palpitante anche per i protagonisti della serie dedicata alle belle vetture spagnole. Matteo Greco, coadiuvato per l’occasione da Gabriele Torelli, si è laureato campione italiano proprio all’ultima corsa del campionato, grazie ad un secondo posto che vale come, se non di più, di una vittoria. Gli alfieri del team Nova Race sono stati protagonisti di un fine settimana letteralmente in crescendo, iniziato nelle retrovie e concluso al top. Con Greco campione grazie ad un piazzamento, le vittorie nel round brianzolo sono state spartite tra Pellegrini e Gagliano.

Porsche Carrera Cup

E’ stata probabilmente la categoria regina dell’Aci Racing Weekend e, a giudicare dallo spettacolo in pista, possiamo affermarlo con certezza. La Porsche Carrera Cup Italia giungeva, come praticamente tutte le categorie dell’Aci Racing Weekend, con il titolo ancora in palio. Ed in questo caso il finale è stato davvero thrilling. Alessio Rovera si apprestava a vivere un fine settimana che lo chiamava ad una difficile ma non impossibile rimonta.Ed il detto “non è finita finché non si transita sotto la bandiera a scacchi” non è mai stato cosi’ valido. Suo principale rivale era il rookie Riccardo Pera. Quest’ultimo ha assistito alla vittoria del suo avversario, chiudendo terzo la prima gara. Ma il vero dramma si è consumato nell’ultima corsa dove il pilota Ebimotors è stato protagonista di un incidente in curva Parabolica che, complice il secondo posto di Rovera, ha inaspettatamente sancito la fine dei suoi sogni di gloria. Un finale di campionato davvero avvincente, dove grande protagonista è stato anche Mattia Drudi, già affermato in campo internazionale con le vetture tedesche e vincitore di gara2.

Aci Racing Weekend
I due duellanti della Porsche Carrera Cup, Alessio Rovera e Riccardo Pera

Mitjet Italian Series

Con l’interessante format dell’adozione di due classifiche separate tra piloti A e piloti B – oltre che a delle vetture molto particolati ma altrettanto spettacolari – la Mitjet Italian Series è stato il campionato più presente in pista a Monza. In quella dedicata ai piloti più performanti, denominati A, Claudio Giudice si è laureato campione mentre tra i piloti B, Lorenzo Marcucci ha fatto en plein in Brianza. Gare come sempre spettacolari e tirate, con tante vetture in grado di lottare per le posizioni di vertice tra cui i vincitori Segu’ e Stefanelli. Questi ultimi, nonostante siano rimasti a bocca asciutta nella lotta per il campionato, hanno conquistato le ultime vittorie disponibili in questa entusiasmante stagione.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Alessio Sambruna
Cresciuto a pane&motori, ho fatto ben presto dell’Autodromo di Monza la mia seconda casa. Fan delle due e quattro ruote, in particolare di rally. Abbino la mia passione per le competizioni motoristiche a quella della scrittura, facendo di esse i miei principali interessi.

Lascia un commento